287 del Malera


Segnavia Cai: 287
Dislivello: m 220 in salita e m 390 in discesa
Ore: 1.20 , in senso inverso 1.30.
Lunghezza: 3900m
Difficoltà
: Escursionistico
Competenza: Cai Boscochiesanuova



 foto katiazanini

Itinerario
San Giorgio - Passo Malera - Bocca Malera - Bivio 189 del Pertica - Rifugio Revolto.
Il tracciato fa parte dal Sentiero Europeo E7

Descrizione
Interessante percorso che collega la parte orientale della Lessinia, con i suoi dolci pascoli, al Gruppo del Carega con il suo ambiente alpinistico.


Conca del Malera Foto Luke 197    -    Ex rifugio Malera Foto lessiniagps

L'itinerario inizia dalla piana di San Giorgio 1505m nella Lessina orientale, risale attraverso l'ampia mulattiera il vallone di Malera sulla destra orografica, per portarsi poi centralmente dove a quota 1575 ore 0.20 ad un bivio si abbandona la mulattiera per Malga Malera di Sopra per  continuare su di un sentiero che porta verso Cima Trappola 1865
Dopo alcune serpentine si abbandona questo sentiero per prendere un ramo che svolta in direzione meridionale fino a raggiungere il Passo di Malera 1722m ore 0.40.


Passo Malera Foto Effeartu     Madonnina delle Rocce sul sentiero Foto Adriano Dalla Mura


Da qui si gode di uno stupendo panorama sulla valle di Revolto e si inizia  a scendere fino a raggiungere il bivio col sentiero 288 del Mandrielo proveniente dal Rifugio Boschetto  passando per il baito Mandrielo
Il sentiero si allontana direzione nord dalle pietraie disposte in lastroni della Bella Lasta 1603m per poi iniziare la discesa.
Lungo il pendio sotto cima Trappola si incontra una nicchia contenente una madonna.
Si prosegue in discesa fino a addentrarsi nel bosco ove la discesa si fa più dolce il fino ad incontrare il bivio col 189 del Pertica m1533 ore 1.00 che porta a Passo Pertica
Il sentiero continua per tornanti nel bosco fino a raggiungere il Rifugio Revolto m1336 ore 1.20

Ai piedi della Bella Lasta di Marco Malvezzi

 

 INFO: Si sconsiglia il percorso in caso di cattivo tempo, neve o ghiaccio vedi meteo e rischio valanghe. Per lo stato del sentiero contattare sezione CAI di competenza o i gestori dei rifugi.

Consultare il Quaderno dell'escursionista del CAI Tregnago e Cartografica CAI








indietro pagina aggiornata 2013-09-28



Disqus 1