108/B Vallon della Teleferica



Segnavia Cai: 108/B
Dislivello: 570 m
Ore: 1.50
Lunghezza: 2600m
Difficoltà : Escursionistico
Competenza: SAT Ala



Questo itinerio si sviluppa nel Nodo Centrale della Carega

Itinerario

Strada Passo Pertica /Campobrun - Vallone della Teleferica - Rifugio Fraccaroli

Descrizione
Itinerario molto utilizzato sia in salita che in discesa che permette un rapido collegamento a Cima Carega risalendo il ghiaioso Vallone della Teleferica, conosciuto anche come via diretissima.
In assenza di neve l'itineraio non comparta particolari difficoltà, tranne quelle dovute alla salita e all'intensa esposizione al sole.
Il sentiero attraversa l'area protetta di Campobrun .

Inizia a quota 1661, seguendo il sentiero 109 della Val di Ronchi, circa a ore 0.30 da Passo Pertica , superata la galleria, si continua per alcuni tornanti fino a incontrare una fonte sulla sinistra, dove ben segnalato si stacca dal 109 dalla Val di Ronchi che porta al Rifugio Revolto.
Il sentiero inizia risalendo per breve tratto un vaio detritico per poi portarsi con modesta salita sulle pendici della Costa Media , che percorre, tra mughi, parallelamente al sottostante 109.

Campobrun dalla Direttissima Foto Marco Malvezzi

Uscendo dai mughi il sentiero inizia a guadagnare quota fino ad inconrare un bivio 1949m ore 0.45 (sentiero non segnalato) che salendo quasi verticalmente porta alla Conca di Malga Posta passando per Cima Madonnina sulla Costa Media , e il sentiero 108 delle Creste, lo si lascia tenendo la destra iniziando così a risalire il cono terminale del vallone della Teleferica, mantenendo la destra orografica , si giunge al Rifugio Fraccaroli 2238m ore 1.30.



Il vallone della Teleferica è così chiamato per via della presenza della teleferica di guerra che i piloni in cemento ancora presenti, testimoniano.
Ancor oggi per quasi portare avanti questo nome, è attraversato dalla teleferica che collega il Rifugio Fraccaroli con il resto del mondo...
Durante la salita non è improbabile incontrare alcuni esemplari di capriolo, e dei galli cedroni, che si rifugiano sui pendii della Costa Media, si è spesso accompagnati, nelle prime ore del mattino, dai fischi delle marmotte di Campobrun, dove il sentiero ne attraversa il territorio di competenza dell'area protetta.

punti di appoggio
Rif Passo Pertica
Rif Fraccaroli


INFO: Si sconsiglia il percorso in caso di cattivo tempo, neve o ghiaccio vedi meteo e rischio valanghe.
Per lo stato del sentiero contattare sezione CAI di competenza o i gestori dei rifugi.
Consultare il Quaderno dell'escursionista del CAI Tregnago e Cartografica CAI









indietro pagina aggiornata 2012-09-30



Disqus 1