Giazza



Giazza è l'incipt per tutte le escursioni nel Nodo Centrale della Carega


Giazza Foto di Marco Malvezzi

Giazza un piccolo paese di montagna in provincia di Verona, un piccolo centro abitato durante l'inverno da poco più di un centinaio di persone. Una una piazza, una chiesa, le case arrampicate l'una sull'altra in cerca di sole. Il torrente con una sua scrosciante cascata, il limite del boscodal quale spesso si affacciano capriolo e camosci. Più su il Gruppo del Carega, cime scoscese, imponenti, montagna vera.
Sarà che Giazza è l'ultimo baluardo dei Cimbri, popolazione di origine germanica che si stanziò nella zona attorno all'XI sec. Introducendovi una cultura alternativa, un'economia basata sulla produzione di carbone e calce.
Sarà che nei secoli passati Giazza fu terra di rifugio per contrabbandieri, che trafficavano in questa zona, confinante prima con l'Austria ora con il Trentino.


Saranno le leggende e le fiabe della zona che raccontano di grotte popolate da esseri fantastici, da fade, anguane, orchi di boschi dimora dimora delle genti beate.
Sarà tutto questo che crea un'atmosfera particolare, quasi magica; o forse semplicemente che a Giazza si vive bene, si sta bene. Brevi passeggiate nel circondario raccontano la storia di una piccola comunità e delle sue contrade. Diversi itinerari portano poi alle cime del Gruppo del carega attraverso sentieri e boschi all'interno del Parco della Lessinia dove la natura la fa ancora da padrona.



Fiori e piante endemiche -scarpetta di venere , incontri fortuiti con animali colti nel loro ambiente naturale, scorci improvvisi verso le cime più alte o le pianure sottostanti, un panorama da Cima Carega che spazia dalle dolomiti fino alla Laguna Veneta agli Appennini e al Monviso.
Varie attività trovano spazio tra le nostre montagne. Appassionati di trekking, mountain-bike, ferrate, alpinismo e arrampèicata sportivapossono affrontare percorsi di ogni difficoltà, spesso lontani dallafolla, e quando arriva la neve non mancano i ciaspolatori, scialpinisti e arrampicatori su ghiaccio. Gli amanti di gite enogastronomuche trovano spunto tra i prodotti lacali, i ristoranti di Giazza e i rifugi del Carega che li sapranno accogliere con una cucina semplice e tradizionale.



I Cimbri
Museo dei Cimbri
La foresta di Giazza
Selva di Progno
Pro loco Giazza
Web Cam Giazza

       
 
Sentieri
279 280 282 250 Dorsale Alta della Lessinia
Giazza è attraversato dal sentiero Europeo E5

Punti di appoggio:
Rifugi nella valle di Rivolto: Boschetto 1151m  Revolto 1336m.
Giazza






NEI MESI ESTIVI SERVIZIO BUS NAVETTA

il comune di Selva di Progno organizza nei giorni festivi un servizio navetta di collegamento tra Giazza e località Revolto, la partenza ore 10.35 della navetta è dal Capolinea in concomitanza con l'arrivo dei mezzi ATV alle ore 10.30
Ritorno da Revolto ore 16.50 e successiva partenza corsa ATV per 17.25
Durante il giorno la navetta effettua servizio trasporto Lago Secco-Revolto







indietro pagina aggiornata 2013-09-17