Vie Alpinistiche Attrezzate


Il gruppo della Carega offre all'escursionista preparato anche alcuni itinerari più impegnativi ed esposti Questi percorsi sono stati attrezzati per garantire comunque sicurezza, ma vanno affrontati esclusivamente da persone esperte in vie ferrate e in assenza di neve ghiaccio e maltempo.

: :  Vie Alpinistiche

 : :   105 Del Vajo Scuro
 : :   114 Vaio di Pelegatta
 : :   150 Vaio Stretto - Non Agibile 
 : :   158 Vaio dei Colori
 : :   158B Vaio dei Camosci
 : :   177 Boale del Baffelan
 : :   181 Giancarlo Biasin
 : :   183 Via Ferrata Campalani
 : :   193 Sentiero Angelo Pojesi


Molto impegnativo EEA Escursionisti Esperti con Attrezzature
Itinerari escursionistici di grande portata, con grandissimi dislivelli e lunghe distanze, in genere senza possibilità di scappatoie o con il raggiungimento di quote importanti (oltre i 2.500 Metri). Pur non rientrando nel campo alpinistico vero e proprio vi possono essere inclusi anche percorsi definiti Sentieri Alpinistici o la salita a importanti cime per la via normale. Possono comportare passaggi rocciosi di facile arrampicata libera o tratti attrezzati con corde fisse, tratti anche lunghi su terreno esposto o passaggi delicati su terreno pericoloso o attraversamento di facili ghiacciai. Vi possono essere pericoli oggettivi che richiedono una attenta ed esperta valutazione. Vanno affrontati solo da persone di provata esperienza, abitudine pluriennale alla lunga fatica e all'ambiente dalle caratteristiche estreme, con un adeguato abbigliamento ed attrezzatura e con un ottimo allenamento sulle gambe.

A Alpinistico:
Itinerari che richiedono la conoscenza delle manovre di cordata, l'uso corretto di piccozza e ramponi, allenamento ed esperienza di alta montagna. Rientrano in questa categoria i cosiddetti 'sentieri alpinistici' e le vie 'attrezzate'.
i sentieri salvo dove diversamente indicato sono percorribili dal periodo tardo primaverile fino ad inizio autunno, e comunque in assenza di neve o ghiaccio, prima di intraprendere una escursione consulta la carta, accertati delle condizioni meteo e chiedi informazioni al gestore dei rifugi sull'itinerario

INFO



Le schede sui sentieri hanno puramente scopo informativo, per maggiori informazioni sull'itinerario e sulla segnaletica e le condizioni del sentiero si consiglia di consultare la cartografia e le note edite dal CAI, per informazioni sui sentieri è possibile contattare la sezione CAI di competenza.

I sentieri sono in genere frequentabili durante la bella stagione, in assenza di neve o ghiaccio che possono rendere pericolosi anche tratti ritenuti sicuri.
Durante i periodi estivi sono frequenti acquazzoni e temporali sulle zone montane con rischio di fulmini su sentieri esposti e lungo le vie ferrate, utile è consultare le previsioni meteo, a riguardo è utile e stampare questo opuscolo Quaderno dell'Escursionista creato dai soci del CAI Tregango.

Molti dei sentieri, pur già esistendo in passato, hanno tratto beneficio dalle opere difenzive durante la Grande Guerra, pertanto vari sono i sentieri che seguono vie di arroccamento e che lungo i loro itinerari incontrino caverne o trinceramenti ancora ben visibili.


la montagna è una maestra muta che insegna ad allievi silenziosi


Se passi dal rifugio Revolto , fermati un attimo nella piccola chiesetta, all'interno potrai leggere tanti nomi di persone che forse hanno chiesto qualcosa di più al carega a loro possiamo lasciare una preghiera, loro ci hanno lasciato la loro esperienza, non gettiamola nel buio del passato, ma gustiamola per rispettare la natura, noi stessi e gli altri.


indietro pagina aggiornata 2013-09-16