Sentiero Righetti


IL SENTIERO RIGHETTI 

La sistemazione del vecchio sentiero che collegava Giazza con l’area della Lobbia rende possibile questa interessante e non troppo impegnativa escursione nell’alta Val Fraselle. Il sentiero è stato dedicato all’alpinista Marco Righetti che collaborò ai lavori di ripristino del sentiero poco prima di perdere tragicamente la vita durante un’ascensione sul massiccio del Monte Bianco.
 
Sentiero Righetti
Immagine cesarebattisti.org
 
Il sentiero inizia quasi subito dopo l'inizio della Val Fraselle, inerpicandosi per il ripido crinale, dimostrando fin dalle sue prime battute, che non è percorso adatto a tutti.
Attraversati alcuni vai, ove sorgono ruderi di malghe, testimonianza della'audace presenza dell'uomo, ci si addentra nella faggetta, mantenendo sempre la ripidità, si acquista quota.
Attraversato il bosco si esce sull'aereo e panoramico crinale che da ai pascoli del piccolo altopiano dell'alpe delle Lobbie.
L'ambiente cambia completamente con "l'uscita" dal cancello con cui si accede ai pascoli e prati della Lobbia dove si vedono i lavori "mai terminati" della pista sci da fondo di Campofontana. 
Proseguendo lungo il crinale si raggiunge il sentiero 205 della Lobbia fino alle Malghe di Cima Lobbia.
 
Deviazione: Seguendo il percorso della pista si raggiunge in una decina di minuti il Rifugio Monte Torla 1683m
 

indietro pagina aggiornata 2017-09-25