105 Del Vajo Scuro



Segnavia Cai: 105
Dislivello: 650 m di salita e 450 m di discesa
Ore: 3.10
Lunghezza: 3700m
Difficoltà: EE Alpinistico Scala CAI
Competenza: Cai Valdagno



Itinerario
Rifugio Battisti alla Gazza - Vaio Scuro (sentiero alpinistico) - (Rifugio Giuriolo a Campogrosso).

Questo initerario si sviluppa nel Gruppo del Fumante

Descrizione:
Sentiero alpinistico, necessita di abilità ed esperienza in percorsi alpinistici, nonchè del relativo equipaggiamento di sicurezza.
E un percorso impegnativo che collega i due rifugi del versante recoarese attraversando scorci dolomitici, sconsigliato ad inesperti e comitive per il pericolo di caduta sassi.
Il sentiero risale i stretti vai del Fumante, attrezzato in alcuni punti da corde metalliche.
Non accessibile al normale escursionista.

Dal rifugio Cesare Battisti 1265m si condivide il primo tratto con il 143 delle Mole, fino al primo tornante per la strada verso Recoaro, si prosegue in rirezione Malga Lorecche 1280m ore 0.15, lasciando a sinistra il 133 dell'Omo e la Dona e risalendo si supera il bivio per il 114 Vaio Pelegatta ore 0.30. Si continua attraversando la parte terminale del vaio Pelegatta fino al bosco delle Ghimbalde dove si incontra il bivio che ci ricongiunge in una quindicina di minuti al 143 delle Mole dove si trova una Madonna degli alpinisti.
Lasciato a destra il bivio si prosegue la salita nel bosco e poi nel vaio del Ghimbalte dove la salita si fa faticosa, tenendo la destra alla biforcazione di questo fino alla Selletta delle Poe 1520m ore 0.50.
Superata la selletta si prosegue superando il Vaio di Lovellazzo e in salita si penetra nel Vaio Loveraste 1550m ore 1.50.

Da forcella Lovaraste verso sud Foto Gianni Dalla Costa

 Corde metalliche ed alcuni gradini permettono di raggiungere la fine del vaio per risalirlo dall'altra sponda e continuando la salita lungo il Vaio di Lazocli che ci porta alla base del Torrione Recoaro 1600m ore 2.10.
Si imbocca a destra l'orrido ed angusto Vaio Scuro. Cavi metallici facilitano il passaggio strapiombante sulla viscida parete rocciosa. Si percorre il Vaio su tratti franosi fino a giungere a Forcella Bassa 1850m ore 2.45.
Si sale un breve pendio prativo fino ad una spaccatura, l'Orecchio del Diavolo, superata si discende lungo una strettoia aiutati da alcune corde fino ad un canalino detritico, e per ripido pendio fino alla Porta dell'Inferno con il suo masso in bilico sul camino, per giungere alla Forcella della Scala 1850m ore 3.00.

Orecchio del diavolo Foto CAI Castelfranco Emilia
 
il sentiero ridiscende sull'opposto versante attraversando il Giaron della Scala immettendosi sul sentiero 195 Alto del Fumante 1800m ore 3.10.


Punti di Appoggio:
Rifugio Battisti alla Gazza
Rifugio Giuriolo a Campogrosso



INFO: Si sconsiglia il percorso in caso di cattivo tempo, neve o ghiaccio vedi meteo e rischio valanghe.
Per lo stato del sentiero contattare sezione CAI di competenza o i gestori dei rifugi.
Consultare il Quaderno dell'escursionista del CAI Tregnago e Cartografica CAI





indietro pagina aggiornata 2012-09-30



Disqus 1