CaregaWeBlog


< precedente
Prime nevicate
successiva >


2013-10-17
Ha colto di sorpresa anche la famiglia Baschera, che gestisce il rifugio Mario Fraccaroli, appena sotto la vetta del Carega, la nevicata autunnale che nella notte fra venerdì e ieri ha lasciato a terra una decina di centimetri di coltre. Tornati all'alba di ieri a riaprire il rifugio per l'ultimo fine settimana programmato, hanno avuto l'amara sorpresa dell'impianto idrico congelato. «All'interno del rifugio, che è a 2.230 metri di quota, la temperatura attorno a mezzogiorno era ancora di zero gradi, quindi presumiamo che fuori e nella notte sia scesa di molto. Adesso siamo al lavoro per ripristinare al meglio la funzionalità del rifugio con tutti i suoi servizi», riferisce Giancarlo Baschera. «Sarebbe stato opportuno chiudere la stagione ancora la settimana scorsa», aggiunge, «ma avevamo la prenotazione di un gruppo e abbiamo deciso di tenere aperto ancora. Adesso dobbiamo lavorare il doppio, ma il nostro mestiere è questo. È sempre difficile capire quale sia la settimana giusta per scaricare l'impianto e chiudere la stagione», ammette. Fuori è tutto ghiacciato, ma il panorama offre spazi stupendi e una luminosità che solo l'autunno sa preparare. Pochi comunque gli ardimentosi che si sono messi in strada. Neve anche sul monte Baldo e anche là sono stati misurati mediamente una decina di centimetri, ma il vento ha fatto la sua parte accumulandola in alcuni anfratti e spazzandola via da altri. Nella mattinata di ieri la temperatura era rigida (appena 1 grado a mezzogiorno) ma i turisti non mancavano, grazie alla funivia. «Non è una novità la neve autunnale. In certi anni si è vista anche a settembre», assicurano dalla Baita dei Forti. I gestori riferiscono come la coltre bianca sia scesa fino a 1.400 metri, ma si è poi sciolta con il caldo sole della giornata. I fiocchi sono arrivati ancora più in basso sul versante di San Valentino e Polsa, dove è nevicato fino a quota 1.200.

di V.Z. Fonte l'Arena.it



CaregaWeb.it il sito del Carega e delle Piccole Dolomiti




Tweet